Salute ~ Ambiente Sport ~ Società Beni culturali ~ Patrimoni edilizi Imprese ~ Economia Scuola ~ Università Turismo ~ Enogastronomia Innovazione Tecnologica Virtual Poleis
 
Salute
Ambiente
Sport
Società
Beni culturali
Patrimoni edilizi
Imprese
Economia
Scuola
Università
Turismo
Enogastronomia
Archivio | Archives
 


Sant’Ippolito, il super comune marchigiano

Come fa un piccolo municipio dell’Italia centrale a godere degli onori della cronaca? Semplice: basta che il sindaco e l’Amministrazione Comunale si impegnino in progetti ecologici e tecnologici. Si può fare!

Nei giorni scorsi l’Amministrazione Comunale di Sant’Ippolito ha ottenuto lusinghieri riconoscimenti per due dei più recenti progetti intrapresi al fine di migliorare i servizi offerti ai cittadini e alle imprese del territorio. Due riconoscimenti che premiano la costanza del Comune nella sua azione volta alla valorizzazione di tutta la comunità.
La prima occasione è stata la 5a edizione del premio “Comuni Ricicloni - Marche 2007” a Tolentino presso la sede COSMARI (Consorzio Obbligatorio Smaltimento Rifiuti), appuntamento promosso da Legambiente Marche, in collaborazione con l’Assessorato all’Ambiente della Regione Marche e l’ARPAM. Un premio legato all’omonima campagna nazionale di Legambiente e rivolto ai comuni della Regione.
Lo scopo è quello di sensibilizzare amministratori e cittadini sulle prassi più innovative di riduzione, recupero e riutilizzo dei rifiuti. I dati dei comuni in materia di raccolta differenziata sono stati raccolti con il sistema on line ORSo (Osservatorio Rifiuti Sovraregionale) adottato dall'ARPAM. Al Sindaco del Comune di Sant’Ippolito è stata consegnata una menzione speciale per l’impegno posto nell’avvio della raccolta di carta e cartone porta a porta, assieme ad altri comuni della Provincia di Pesaro e Urbino come Pesaro, Fano e Fossombrone. È stata premiata la scelta coraggiosa dell’Amministrazione che dopo il primo mese di raccolta a domicilio della carta e del cartone ha già potuto riscontrare i primi effetti positivi. In primis un maggior decoro urbano con la diminuzione di carta e cartone in giro. Poi una minor quantità di carta e cartone nei cassonetti con conseguente riduzione dei rifiuti conferiti in discarica. Infine, da sottolineare, la sempre maggiore e partecipata adesione dei cittadini i quali, con grande senso civico organizzano la raccolta dei materiali in casa, deponendo poi i caratteristici contenitori rossi all’esterno delle abitazioni ogni due settimane (il martedì). Ed è sempre un piacere constatare che si ottengono risultati sorprendenti nel rispetto e nella salvaguardia dell’ambiente se, oltre alla scelta convinta dell’Amministrazione, c’è anche la collaborazione e l’impegno di ogni cittadino.


Un altro momento importante per l’Amministrazione c’è stato nell’ambito della 2a Convention Nazionale “Sic1: Risultati e Sviluppi - 100 Sindaci a Chiaravalle” . Sic1, com’è ormai noto, è una società a capitale interamente pubblico, nata nell’ottobre del 2005 su iniziativa del Comune di Chiaravalle, per realizzare progetti tecnologicamente innovativi a favore di cittadini, aziende e pubbliche amministrazioni. Durante l’incontro, simpaticamente condotto da Paolo Cevoli comico della trasmissione Zelig, sono stati presentati i risultati raggiunti dalla società nei primi due anni di attività e gli sviluppi previsti per il 2008. Alcuni progetti d’eccellenza hanno riscosso consensi e apprezzamenti, dimostrati anche dalla partecipazione di alcuni partner industriali di alto livello quali Siemens, Bticino, Tiscali, Dell. Le esperienze migliori e più avanzate sono state illustrate da alcuni testimonial locali tra i quali il Sindaco di Sant’Ippolito, Dimitri Tinti, che ha raccontato il percorso intrapreso per abbattere il “digital divide” in un territorio finora sprovvisto di Adsl via cavo. Il Comune, che oltre alle richieste dei cittadini ha un cospicuo numero di imprese che necessitano di un collegamento larga banda alla rete, ha aderito al progetto “A9 Wireless” di Sic1 offrendo una connessione ad internet di qualità con una rete “senza fili”.


“A9 Wireless” ha ottenuto l’attenzione dei mezzi di informazione nazionali, fra cui Report di Rai 3 che l’ha inserita tra le “good news” per aver saputo aggregare tanti piccoli comuni fornendo un servizio essenziale per lo sviluppo economico e sociale di un territorio. Il sindaco ha ricordato il complesso lavoro di informazione nei confronti delle aziende e dei cittadini per presentare una tecnologia nuova e poco conosciuta. Il lavoro costante e tenace dell’Amministrazione ha permesso di superare le diffidenze e, nonostante i problemi logistici, di alleviare i disagi dei tanti cittadini che cercavano una soluzione alle loro difficoltà nell’usufruire dei servizi e delle informazioni veicolati attraverso internet. Dopo circa un anno sono circa 80 coloro che hanno aderito al servizio. Di questi circa la metà ha già una connessione attiva, mentre per gli altri utenti si stanno approntando due punti di rilancio del segnale che, all’inizio del nuovo anno, consentiranno di attivare il collegamento.
Anche in questa occasione l’Amministrazione Comunale, ringraziando cittadini ed imprese del territorio per la preziosa collaborazione al raggiungimento di questi risultati, conferma il suo impegno attivo per il miglioramento della qualità della vita di tutta la comunità.